20/05/2011

Open Virtualization Alliance

E' nata una nuova coalizione nello scenario IT: si tratta dell'OVA, acronimo di Open Virtualization Alliance. Fondata dai principali protagonisti di questo scenario, ossia Intel, IBM, Hewlett-Packard, Novell, BMC, Eucalyptus System e Red Hat, l'OVA intende raggiungere uno scopo ben definito.

Comune denominatore dei suoi partecipanti è la promozione alle aziende di un tipo di virtualizzazione aperto ed interoperabile, basato sulla tecnologia Kernel-based Virtual Machine (KVM), adottata dal kernel Linux.

L'aspettativa della nuova alleanza è che, grazie a questo tipo di tecnologia, le aziende non debbano più preoccuparsi di problemi di incompatibilità, deployment e lock-in presenti, invece, in altre piattaforme.

Nemico numero uno di OVA è VMware, la cui strategia, sempre più  simile a quella adottata da Microsoft, minaccia di sconfiggere ed eliminare i concorrenti di più piccole dimensioni.

Neagen già da tempo propone KVM come virtualizzatore di riferimento, ovvero fin dal 2008 quando aveva stretto una forte partnership con Qumranet, oggi Red Hat, che ha inventato l'hypervisor basato sul kernel Linux. Oggi più che mai ci sentiamo forti della nostra scelta e auspichiamo che anche il mercato si possa muovere presto in questa direzione.



I nostri Clienti